Carles Puigdemont, catalogna, Forcadell incriminato, incriminato Juan Manuel Maza, incriminazione Puigdemont, Juan Manuel Maza, Oriol Junqueras, parlamento catalano sciolto

Il procuratore generale dello Stato spagnolo Juan Manuel Maza ha chiesto l’incriminazione del President catalano Carles Puigdemont, del presidente del Parlamet Carme Forcadelle e dei ministri per “ribellione” e “sedizione”. La stessa Forcadell, stamane, ha preso atto questa mattina ufficialmente del fatto che il parlamento catalano “è stato sciolto”.

L’ex presidente catalano si trova a Bruxelles con cinque suoi consiglieri, assieme ai quali intende chiedere l’asilo politico al Belgio.

È stata quindi annullata la convocazione della riunione settimanale domani dell’ufficio di presidenza. Il vicepresidente del Govern catalano destituito da Madrid Oriol Junqueras e la presidente del Parlament Carme Forcadell parteciperanno alla riunione della direzione dei Repubblicani Catalani di Sinistra (Erc).

La riunione è stata convocata questa mattina a Barcellona per decidere le prossime mosse nella crisi in Catalogna. Erc, di cui Junqueras è il leader, è oggi secondo i sondaggi il primo partito catalano.  Il partito considera comunque “non legittime” le elezioni convocate da Madrid il 21 dicembre ma intende parteciparvi.

Il portavoce Sergi Sabria ha infatti dichiarato: “Non sono convocate legittimamente, ma dobbiamo essere capaci di trasformarle in una opportunità per consolidare la Repubblica: non possiamo perderne neanche una” ha affermato dopo una riunione della direzione.