Qualcuno se ne sarà già accorto questa mattina, altri invece non hanno ancora scoperto la novità. Twitter ha finalmente aumentato i limiti di lunghezza dei post, passando da 140 a 280. Una svolta attesissima da tutti coloro che hanno sempre avuto qualche difficoltà con la capacità di sintesi.

L’estensione è adesso disponibile agli utenti in tutte le lingue escluse il cinese, il giapponese e il coreano. La decisione segue una sperimentazione condotta a settembre, quando venne studiato il comportamento da parte degli utenti sul social.

Se inizialmente molti utenti hanno deciso di sfruttare tutti i 280 caratteri messi a disposizione, successivamente  la situazione si è stabilizzata: soltanto il 5% dei messaggi sono stati più lunghi di 140 caratteri e solo il 2% ha superato i 190.