stress natalizio

Diciamoci la verità: per molti l’arrivo del Natale non ha alcunché di gioioso. La corsa ai regali, traffico per le strade, le resse nei negozi, le mega abbuffate che ci trascineremo per il resto dell’anno, la lista della spesa, la lista di auguri, persone che hai evitato per tutto l’anno e che per un’intera giornata sarai costretto a tollerare. No, tutto ciò non sembra un’occasione per festeggiare.

Gli esperti hanno studiato la reazione di molte persone al Natale (se siete tra queste consolatevi, siete in ottima compagnia) individuando sintomi simili alla depressione e alla malinconia. La “sindrome di Natale” è quel senso di ansia e angoscia che prende molti di noi già qualche settimana prima delle feste. Ma è possibile combatterla con qualche accorgimento e con maggiore attenzione alle proprie esigenze. 

Tempo per sé

Prima di tutto fermatevi e cercate di capire cosa di preciso vi causa tanto stress. A quel punto, fatta un’analisi, cercate di trovare delle soluzioni equilibrate che vi permettano di affrontare con serenità le riunioni di famiglia e gli acquisti. Dopotutto, è molto semplice recuperare l’entusiasmo perduto. Decorate per esempio la vostra casa in compagnia affinché l’albero di Natale diventi un momento di unione familiare

Regali

Un’altra causa della sindrome del Natale può essere costituita dagli acquisti. Prima di tutto non è necessario spendere interi capitali ma un piccolo oggetto può essere comunque apprezzato. Pensate alla singola persona e a cosa potrebbe farla felice e concentratevi non sul suo costo ma sul suo significato. Per quanto riguarda le file chilometriche nei negozi, se vi è possibile, anticipate gli acquisti. C’è ancora qualche giorno prima di Natale e potete procedere con assoluta tranquillità ordinando anche on line.

Pranzi e cene

Si prospettano pranzi della durata di una giornata? Già vi immaginate sui fornelli a preparare infinite portate? Prima di tutto impegnatevi a dividere i compiti demandando ad ogni invitato una pietanza da preparare. Evitate i confronti con gli altri: non è una competizione alla Masterchef ma un momento di convivialità. Abolite i tempi lunghi: dimezzate il numero delle pietanze e il tempo passato a tavola. Dopo pranzo sgranchitevi le gambe e bruciate le calorie accumulate con una passeggiata in centro approfittando delle luci della città. Oltre a migliorare il girovita, migliorerà anche l’umore.

Riunioni familiari

Tasto dolente questo. In famiglia spesso non tutto è rose e fiori e i rapporti non sono dei più felici. Ma voi spesso non volete deludere nessuno e cercate di unire persone che non hanno nulla in comune. Dividetevi e organizzate per esempio incontri separati in modo da non attirare le critiche di nessuno assicurandovi un clima sereno. Infine riservatevi del tempo per voi e la vostra famiglia. Se siete in coppia pensate a un giorno o, se vi sembra troppo, una cena da passare da soli per riprendere le forze e l’armonia.