Aggiornato alle: 19:44

Milan, l’UEFA boccia il Voluntary Agreement. Fassone: “Richieste impossibili”

di Francesco Nardi

» Sport » Milan, l’UEFA boccia il Voluntary Agreement. Fassone: “Richieste impossibili”

Milan, l’UEFA boccia il Voluntary Agreement. Fassone: “Richieste impossibili”

| giovedì 07 Dicembre 2017 - 11:04
Milan, l’UEFA boccia il Voluntary Agreement. Fassone: “Richieste impossibili”

Se il campo non fa sorridere i tifosi del Milan, a preoccuparli ulteriormente arrivano le novità societarie. Stando a quanto raccolto da La Gazzetta dello Sport, infatti, l’UEFA sarebbe decisa a bocciare, nella riunione di domani, il Voluntary Agreement presentato dal club rossonero per mostrare i propri obiettivi di rilancio e risanamento dei conti alla luce delle spese dell’ultima sessione estiva. 

La reazione della società è arrivata attraverso la rassegna stampa sul situ ufficiale, con un breve commento: “Arrivano importanti segnali mediatici sul Voluntary Agreement, in attesa del pronunciamento ufficiale e definitivo dell’UEFA. Oltre a dichiarare il proprio massimo e costante rispetto nei confronti dell’istituzione europea, il Milan ha sempre dichiarato di essere pronto ad affrontare l’altra faccia della medaglia e cioè il Settlement Agreement. La proposta di Voluntary partita dalla società rossonera era una novità assoluta in tal senso, non essendoci precedenti a livello politico-calcistico europeo. Il Milan a novembre si era impegnato a fondo per la redazione e la strutturazione del proprio piano”.

Si prevedono, dunque, in caso di partecipazione alle competizioni europee nella prossima stagione, delle sanzioni per i rossoneri, che potrebbero variare dalla riduzione della lista a una multa molto salata, a seconda di quanto verranno valicati i limiti imposti dal Fair Play Finanziario

Arrivato, poi, anche il commento del direttore generale Marco Fassone: “Le richieste presentate dall’UEFA erano oggettivamente impossibili da soddisfare, auspico che si riesca ad arrivare al voluntary agreement, poi rispetteremo le decisioni. Non c’è ottimismo, ma attesa per il pronunciamento”. 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it