Gli spauracchi per gli automobilisti, ovvero la stretta sull’uso dei cellulari alla guida e l’obbligo di prevedere allarmi per i seggiolini dei bimbi montati in macchina, non saranno all’interno della Manovra. Non sono ritenuti ammissibili in vista dell’esame della manovra da parte della commissione Bilancio della Camera. Le norme, dunque, non saranno messe ai voti a causa dell’estraneità della materia.

“Sono almeno duemila gli emendamenti alla manovra che non hanno superato il vaglio di ammissibilità”: lo riferisce il presidente della commissione Bilancio e relatore al ddl Francesco Boccia.

In totale, erano quasi seimila le proposte di modifica presentate dai gruppi parlamentari e fra le proposte che vengono tagliate fuori per ragioni di estraneità di materia o per ragioni di copertura ci sono “la riforma della governance Inps – spiega Boccia – i vitalizi, le norme sulla giustizia civile e penale e quelle riguardanti il Coni”.