È nata tre settimane fa ma ha già subito tre operazioni chirurgiche. È la storia della piccola bimba nata senza sterno dall’amore immenso di Naomi Findlay, 31 anni, e Dean Wilkins, 43 anni, di Nottingham. La piccola alla nascita presentava una grave malformazione, estremamente rata, l’ectopia cordis. Medici e genitori si sono resi conto della gravità della situazione durante un’ecografia:

“È stato un vero shock – ha raccontato la mamma alla BBC – quando l’ecografia ha mostrato che il suo cuore era fuori dal suo petto ed è stato spaventoso perché non sapevamo cosa sarebbe successo”. La coppia ha comunque scelto di mandare avanti la gravidanza: “C’è stato consigliato di interromperla – ha raccontato il papà – e le probabilità di sopravvivenza erano prossime allo zero. Nessuno credeva che sarebbe riuscita a farcela tranne noi”. “Vedevamo, anche a nove settimane, un battito cardiaco – ha detto Naomi – non importa dove fosse. Non era qualcosa che avrei potuto gettare via”.

La bimba è stata operata al Gelnfield Hospital di Leicester e ora sta bene. “Prima che nascesse, le cose sembravano alquanto cupe, ma ora sono molto meglio, Vanellope sta andando molto bene e si è dimostrata molto resistente”, ha detto Frances Bu’ Lock, cardiologo pediatrico. “In futuro potremmo essere in grado di inserire una protezione ossea interna per il suo cuore, forse usando la stampa 3D o qualcosa di organico che cresca con lei”.