Il fenomeno delle “fake news”, ovvero delle notizie false, ormai è dilagante. Divente problematico nel momento in cui ci si imbatte chi sta cercando su internet, operazione sempre più diffusa ormai, notizie su problemi di salute. 

Uno studio del Censis, realizzata con Assosalute, sottolinea che sono circa 8,8 milioni le persone che hanno trovato sul web informazioni mediche sbagliate, in tutto il corso dell’anno: studenti, anziani ma soprattutto 3,5 milioni di genitori che senza il parere del medico si sono fidati di quanto hanno letto su internet.

Il web è fonte d’informazione per oltre 15 milioni di persone in Italia.Tra questi il 17% consulta siti generici, il 2,4% i social network e solo il 6% siti istituzionali. Un dato importante della ricerca dimostra, però, che oltre il 69% degli italiani vorrebbe trovare informazioni certificate da esperti. 

Sempre più italiani decidono di curare piccoli disturbi come gastriti, mal di testa e influenza con un’autodiagnosi. Nonostante ciò, nel nostro Paese spendiamo in farmaci da banco il 39% in meno rispetto alla media europea.