Nulla di fatto all’Assemblea Regionale Siciliana per l’elezione del Presidente. Gianfranco Miccichè, il nome indicato dal centrodestra, non è riuscito ad essere eletto nelle prime due votazioni. Nella seconda è mancato una sola preferenza: 35 i voti ottenuti.

Un voto nel centrodestra è finito al forzista Michele Mancuso, si è registrata una scheda bianca mentre il grillino Tancredi anche questa volta ha preso un voto in più che è arrivato fuori dal gruppo dei Cinque Stelle.

Alla prima elezione si era fermato a 33 voti sui 35 su cui oggi poteva contare e non 36 per l’assenza di Pippo Gennuso a causa di un grave lutto familiare. Il voto era a scrutinio segreto e nella maggioranza qualcuno ha scritto il nome di Riccardo Savona. Bianca, invece, un’altra scheda.

I Cinque Stelle hanno votato per ciascuno dei deputati ma, a sorpresa, Sergio Tancredi ha ottenuto un voto in più rispetto al numero di parlamentari grillini. Il Pd non ha partecipato alla votazione.

Tutto è rinviato a domani quando sarà eletto chi otterrà la maggioranza assoluta dei votanti. Nel caso in cui nessuno dovesse ottenere questa maggioranza, si andrà al ballottaggio, in quarta votazione.

Il deputato di ‘DiventeràBellissima’, Alessandro Aricò, ai nostri microfoni aveva anticipato l’esito del voto di oggi.