Anita Hill, che nel ’99 denunciò un , presiederà la commissione antimolestie e per la parità nei luoghi di lavoro. Sarà formata dalle più autorevoli rappresentanti dell’industria cinematografica di Hollywood e dei principali media statunitensi.

L’iniziativa è nata dalla produttrice di Star Wars Kathleen Kennedy e da altre donne dirigenti del settore al termine di un incontro in cui erano rappresentati quasi tutti i principali studi di Hollywood, le emittenti tv e le etichette discografiche.

L’istituzione della commissione è stata annunciata in una nota, in cui i dirigenti esecutivi delle major di cinema e media si impegnano anche a finanziarla.

Kathleen Kennedy ha precisato che l’intesa è stata firmata anche dai sindacati dell’ Accademia delle arti visive, della scienza e dello spettacolo. La scelta della Hill a capo dell’organismo – si precisa – trova origine nel suo ruolo di ‘pioniera’ essendo stata la prima, nel 1991, a denunciare di aver subito molestie da Clarence Thomas durante le audizioni preliminari alla sua assegnazione alla Corte Suprema. Ha così portato alla luce e alla consapevolezza collettiva lo stesso concetto di aggressione sessuale.