arresto cognato Fini, arresto Tulliani, Giancarlo Tulliani, riciclaggio fini, riciclaggio Tulliani, Tulliani Dubai

Giancarlo Tulliani, il cognato di Gianfranco Fini, è uscito dal carcere su cauzione. Era stato arrestato a Dubai a inizio novembre per riciclaggio internazionale dopo mesi di latitanza. Al momento non può lasciare la metropoli: le autorità hanno infatti requisito il passaporto sia a Tulliani che al garante che ha pagato la somma per il rilascio. Gli Emirati Arabi Uniti non sono tuttavia costretti a estradarlo in Italia.

Tulliani, coinvolto nell’inchiesta assieme a Francesco Corallo, il “re delle slot machine”, è dunque in attesa della decisione delle autorità locali, che potrebbero permettergli di vivere negli Emirati come accade con altri latitanti italiani oppure rispedirlo nel nostro Paese in modo da assicurarlo alla giustizia.

La possibilità di rimpatrio forzato resta “facoltativa” perché, come riporta ‘Il Tempo’ il nostro Parlamento non ha ancora autorizzato la ratifica del trattato di estradizione con gli Emirati Arabi Uniti, già ratificato invece dal governo emiratino nel febbraio 2016.