egitto contro usa, gerusalemme capitale, haley gerusalemme, risoluzione onu usa, risoluzione usa gerusalemme

Gli Usa rischiano di restare sempre più isolati dopo la scelta di istituire Gerusalemme come capitale di Israele. L’assemblea generale dell’Onu voterà infatti giovedì, in sessione straordinaria, la risoluzione presentata dall’Egitto in Consiglio di sicurezza che condanna la decisione di Washington.

La risoluzione era stata bocciata a causa del veto Usa. Per essere approvata richiede una maggioranza dei due terzi dei voti. In Assemblea generale non ci sono paesi con diritto di veto ma l’organo non ha potere di rendere una risoluzione vincolante. In consiglio di sicurezza, invece, gli altri 14 membri hanno votato a favore.

L’ambasciatrice Usa all’Onu, Nikki Haley, ha twittato un vero e proprio monito: “All’Onu ci chiedono sempre di fare e donare di più. Quindi, quando prendiamo la decisione, su volontà del popolo americano, su dove collocare la nostra ambasciata, non ci aspettiamo di essere presi di mira da quelli che abbiamo aiutato”.

“Giovedì ci sarà un voto che critica la nostra scelta. Gli Usa prenderanno i nomi“. Dopo il voto in consiglio di sicurezza, la Haley aveva usato un linguaggio simile: “È un insulto e un affronto che non dimenticheremo”.