allarme inquinamento nord italia, allarme smog, allarme smog milano, smog Napoli, smog nord italia, smog Pavia

Una fitta e minacciosa cappa di smog è tornata ad aleggiare sopra le città della pianura padana. Dal 26 dicembre si è così deciso di imporre nuove misure di blocco alle auto diesel fino agli Euro 4 a Milano, Bergamo, Pavia e Venezia tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30. Nelle case il riscaldamento non potrà oltrepassare i 19 gradi.

Milano è stato superato il limite dei 50 microgrammi per metro cubo delle polveri sottili pm10, come hanno segnalato le centraline Arpa. Le misure resteranno in vigore fino a quando i valori non torneranno sotto la soglia d’allarme per almeno 48 ore consecutive.

Lo stop riguarda anche i veicoli commerciali fino agli euro 3 dalle 8.30 alle 12.30. Stesso discorso anche per l’uso delle biomasse per il riscaldamento (le stufe a legna e a pellet) e stop alle stufe e a camini chiusi di classe ambientale inferiore alle 3 stelle.

Ma l’emergenza non riguarda solo Milano. Anche a Bergamo, come anche a Pavia, per sei giorni consecutivi, dal 19 al 24 dicembre, in città è stata superata la soglia dei 50 microgrammi per il pm10. L’allarme smog è scattato poi a Venezia, dove Arpa Veneto ha segnalato l’allerta 1 arancione, che si attiva dopo quattro giorni consecutivi di superamento dei 50 microgrammi.