Irving NBA Boston Celtics

Se le grandi squadre si vedono nei momenti di difficoltà, i Boston Celtics stanotte hanno dimostrato di avere la stoffa delle franchigie da titolo. Nella delicata partita con gli Houston Rockets, i biancoverdi si sono trovati sotto di 26 punti, prima di dar luogo a una rimonta di grande carattere, guidata dall’inaspettato protagonista di giornata, Terry Rozier. Nel finale in volata, poi, è stato James Harden a gettare alle ortiche le possibilità di successo dei texani, con due falli in attacco nel giro di pochi secondi, per divincolarsi dalla marcatura di Smart, che gli sono valsi l’espulsione. 

Sugli altri campi, gli Spurs continuano la loro corsa alle posizioni nobili della Western Conference, grazie al successo contro i New York Knicks, cui non bastano i 23 punti di un Michael Beasley in stato di grazia da qualche settimana a questa parte. Nella partita tra due delle franchigie più interessanti dell’intera NBA, i Bucks si sono imposti sui Timberwolves, decisamente più indietro nel loro processo di crescita, nonostante lo scarso contributo della panchina. 

I risultati della notte

Orlando Magic-Detroit Pistons 102 – 89

Boston Celtics-Houston Rockets 99 – 98

Milwaukee Bucks-Minnesota Timberwolves 102 – 96

San Antonio Spurs-New York Knicks 119 – 117

Portland Trail Blazers-Philadelphia 76ers 114 – 110