Candidati ‘illustri’ nel M5S, dopo l’apertura del Movimento alle candidature dalla società civile e che mercoledì avrebbero partecipato alle parlamentari, in tilt per le troppo richieste.

Tra i candidati, i giornalisti Gianluigi Paragone ed Emilio Carelli, ma anche Elio Lannutti, presidente dell’Adusbef, e la “iena” Dino Giarrusso, che però non conferma una sua autocandidatura ma “valuterrebbe una proposta”.

Paragone è stato direttore di Libero e La Padania, volto della trasmissione su La7, poi cancellata, La Gabbia. Candidatura che non stupisce come quella di Elio Lannutti, presidente dell’associazione contro il monopolio delle banche, Adusbef, già senatore con l’Italia dei Valori, anche lui sostenitore della prima ora di Beppe Grillo.