Dodici anni di reclusione. Questa la condanna del gup di Messina per Alessio Mantineo che, un anno fa, diede fuoco, ustionandola, alla fidanzata Ylenia Bonavera.

L’uomo è accusato di tentativo di omicidio. La vittima ha sempre difeso Mantineo. Ma ad accusare l’uomo, oltre alle immagini che lo riprendono mentre acquista benzina, c’è la madre della giovane e diversi conoscenti. Quest’ultimi hanno riferito che Ylenia, subito dopo l’aggressione, aveva fatto il nome del fidanzato.