le proprietà della moringa oleifera

Dalle comprovate proprietà benefiche, la moringa oleifera è considerato il superfood di quest’anno. Dopo le ondate di acquisti di succo d’aloe, di bacche di goji, di zenzero e di curcuma, è la volta di questa pianta tropicale. Originaria dell’India orientale, la moringa presenta delle foglie multiple e dei fiori simili a gelsomini e, secondo quanto affermato dagli studiosi, avrebbe numerose proprietà curative.

Analizzando la pianta di moringa, i ricercatori di tutto il mondo hanno scoperto che è un’importante fonte di minerali, proteine, vitamine, beta-carotene, amminoacidi e vari composti fenolici. Inoltre presenta elevate proprietà depurative pari a quelle dell’acqua. E’ infatti meglio conosciuta come “Shagara al Rauwaq”, che vuol dire “albero che purifica“. 

Proprietà medicinali della Moringa Oleifera

Secondo quanto riportato in uno studio pubblicato sul periodico Phytotherapy Research, la moringa oleifera presenta numerose proprietà medicinali. Grazie alle sue foglie, radici, semi, corteccia, frutta, fiori e baccelli immaturi la moringa è un ottimo stimolante cardiaco e circolatorio. Ma possiede anche importanti virtù antitumorali, antipiretiche, antiepilettiche, antiinfiammatorie, antiulcera, antispasmodiche, diuretiche, antipertensivi, ipolipemizzanti, antiossidanti, antidiabetiche, epatoprotettive, antibatteriche e antifungine. 

moringa oleifera

Diabete e cancro

Nonostante le relative ricerche debbano essere ancora approfondite, sembrerebbe che la moringa abbia la capacità di tenere sotto controllo anche i livelli di glicemia. Le foglie, la corteccia e, in misura ridotta, i semi della pianta inoltre avrebbero comprovate proprietà anticancerogene, soprattutto nella cura del tumore al colon-retto e al seno

Controindicazioni

Sebbene non siano state ancora individuate delle specifiche controindicazioni relative al consumo di Moringa, è preferibile evitarne l’uso in gravidanza e allattamento. Le radici infatti contengono una piccola percentuale di spirochina, un alcaloide che incide sul funzionamento del sistema nervoso.