Paul NBA

Nonostante abbia da tempo superato i trent’anni, Lou Williams è ancora un giocatore in grado di fare la differenza nella metà campo offensiva. Lo hanno imparato sulla propria pelle i Golden State Warriors, che stanotte si sono visti stampare in faccia 50 punti da parte del 23 dei Clippers, in grado di trascinare la franchigia losangelina alla vittoria contro i campioni NBA in carica.

Ne approfittano gli Houston Rockets, che al Toyota Center hanno superato i Portland Trail Blazers, reduci da un grande periodo di forma, grazie al solito Chris Paul, che ha sfruttato l’assenza di James Harden per prendere il controllo della squadra e imporre il suo basket, più cerebrale rispetto a quello del Barba. Un’altra sconfitta, invece, per OKC, che ha ceduto a dei Timberwolves sempre più convinti dei propri mezzi. 

I risultati della notte

Charlotte Hornets-Dallas Mavericks 111-115

Indiana Pacers-Miami Heat 106-114

Washington Wizards-Utah Jazz 104-107

Brooklyn Nets-Detroit Pistons 80-114

New York Knicks-Chicago Bulls 119-122 OT

Houston Rockets-Portland Trail Blazers 121-112

Memphis Grizzlies-New Orleans Pelicans 105-102

Milwaukee Bucks-Orlando Magic 110-103

Minnesota Timberwolves-Oklahoma City Thunder 104-88

Denver Nuggets-Atlanta Hawks 97-110

Golden State Warriors-Los Angeles Clippers 106-125