Sofia Goggia

Sofia Goggia ci ha messo un po’ a ritrovare la miglior condizione, ma adesso non ha più intenzione di fermarsi. Dopo il trionfo a Bad, con il podio tutto italiano completato da Brignone e Fanchini, la bergamasca ha concesso il bis nella discesa libera di Cortina, mettendosi alle spalle le campionesse americane Vonn e Shiffrin con una prestazione straordinaria. Ai piedi del podio Lara Gut, che sull’Olympia delle Tofane aveva vinto lo scorso anno.

Una vittoria che vale all’azzurra anche il primo posto nella classifica di specialità, proprio davanti alla Shiffrin, e che costituisce un’ulteriore iniezione di fiducia in vista dell’appuntamento olimpico che si fa sempre più vicino. Delusione, invece, per Federica Brignone, che non ha portato a termine la propria gara, mentre Johanna Schnarf ha centrato un incoraggiante decimo posto.

Commovente il saluto allo sci professionistico di Julia Mancuso, la veterana americana reduce da operazioni all’anca che ne hanno compromesso il rendimento negli ultimi anni. La quattro volte medagliata olimpica, vista sfumare la partecipazione ai prossimi Giochi, ha dato vita a una passerella finale vestita da Wonder Woman, con tanto di mantello rosso.