busta minacce sindaco empoli, Empoli medaglia resistenza, minaccia Barnini, minaccia sindaco Empoli, svastiche barnini

“Serva di Mugnaini Multicoins e corrotta. Preferisci i negri ai tuoi cittadini. Ti ammazziamo”. Sono parole che grondano odio quelle indirizzate venerdì alla sindaca di Empoli, Brenda Barnini (Pd). All’interno della busta recapitata, la minaccia di morte, due proiettili e una svastica come firma. Il tutto su una fotocopia di un articolo de Il Tirreno che riprende notizia del conferimento della Medaglia d’oro ad Empoli per la lotta per la Resistenza.

La Barnini ha subito denunciato l’accaduto così da permettere ai militari di avviare le indagini per risalire ai responsabili. “Trovo ipocrita stupirci oggi, perché questo attacco non è alla mia persona, ma ad una comunità e a un sistema di valori che tiene insieme la nostra democrazia e la carta costituzionale”.

“Per fortuna i messaggi di vicinanza ricevuti in queste ore mi fanno altrettanto pensare che ci siano ancora gli anticorpi per reagire”, ha aggiunto la prima cittadina empolese. “C’è fascismo e c’è xenofobia, dietro le minacce e i proiettili alla sindaca di Empoli alla quale va tutta la mia vicinanza e la mia solidarietà”, ha dichiarato il presidente della Camera Laura Boldrini.

“Il suo impegno civile a favore dell’accoglienza di chi viene da lontano e il riconoscimento alla sua città, insignita della medaglia d’oro per la Resistenza, danno fastidio a chi ha una visione chiusa e retrograda della società“, ha aggiunto la terza carica dello Stato.

Secondo il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi (LeU) “chi in questi anni ha saputo solo soffiare sul fuoco delle paure usando parole d’odio, è bene che si faccia un serio esame di coscienza, perché questi sono i risultati. Noi continueremo a combattere sul piano politico e sul piano culturale per respingere queste ignobili minacce alla democrazia. Alla sindaca di Empoli va tutta la mia solidarietà e quella della Regione Toscana”.