ricorso golden power, ricorso tar tim, tim golden power, tim ricorso mattarella

Il provvedimento sul “golden power“,  l’esercizio di poteri straordinari dell’esecutivo in una società privata, saranno al centro del ricorso di Tim al Capo dello Stato. È quanto emerge da una informativa fatta oggi nel corso di un cda della società telefonica. Si tratta di una corsa contro il tempo, perché i termini del ricorso al presidente della Repubblica dovrebbero scadere domani.

Il governo non ha ancora istituito il comitato per dare attuazione alle misure previste relative ai piani di sviluppo, investimento e manutenzione delle proprie reti e impianti. Previsto anche l’obbligo di notificare ogni azione societaria che possa avere un impatto sulla sicurezza e funzionamento delle stesse infrastrutture. 

Tim aveva dichiarato che le “misure adottate si pongono in linea con la strategia di Tim e rispetto ad esse la società manifesta la propria condivisione ed il proprio impegno”.