apertura Guantanamo, arresto migranti Usa, guantanamo, migranti Usa, Pence, Trump, Usa, Venezuela migranti

Un passo indietro che farà discutere per l’amministrazione Trump. Come annunciato da Kirstjen Nielsen, segretaria della Homeland Security, è stato revocato il “Muslim Ban”, ovvero il contestatissimo bando nei confronti dei rifugiati che provengono da una decina di Paesi a maggioranza musulmana. 

Via quindi il filtro per i Paesi ad “alto rischio” ma diventano operative “ulteriori misure di sicurezza” per la valutazione dei richiedenti. La lista comprendeva Egitto, Iran, Iraq, Libia, Mali, Somalia, Sud Sudan, Sudan, Siria e Yemen, oltre alla Corea del nord.

Negli ultimi tre anni oltre il 40% dei rifugiati che arrivavano negli Usa provenivano da queste undici nazioni. Ma l’amministrazione Trump ha ridotto a 45 mila il numero dei rifugiati accoglibili per l’anno fiscale 2018 e dallo scorso ottobre sono entrati solo 23 persone da questi paesi, grazie alla sentenza di un giudice di Seattle che aveva bloccato parzialmente il bando.