Fabio Giambrone non è più il presidente della Gesap, la società che gestisce l’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino. La decisione è scaturita dalla sua candidatura alle politiche del 4 marzo. 

“C’è un tempo per ogni cosa e oggi è arrivato il tempo di rassegnare le mie dimissioni, consegnate formalmente giovedì scorso al cda e al sindaco. Lo ringrazio per la fiducia, sono stati 4 anni importanti, mi hanno dato emozioni care. Mi sono dimesso per candidarmi alle politiche del 4 marzo. È stata una decisione sofferta, ci ho pensato a lungo”.

Il video della conferenza stampa:

La comunicazione è avvenuta nel corso di una conferenza stampa. Giambrone si è candidato come capolista alla Camera nelle fila del Pd. Al suo posto, fino alla prossima nomina, ne fa le veci il vicepresidente Giuseppe Todaro. 

“L’aeroporto di Palermo ha cambiato pelle, grazie a un processo importante di moralizzazione, rispetto delle regole, affermazione di principi”, ha detto Giambrone. “Ogni anno – ha detto – abbiamo chiuso i bilanci in attivo, da 4 anni abbiamo un controllo serrato dei conti che giornalmente ci fa capire se stiamo sforando. Tra il 2014 e il 2017 sono state programmate opere per 62 milioni, rispettando sempre la data di scadenza e per il 2018 la previsione è di altri 17 milioni di interventi in infrastrutture”.

IL COMMENTO DEL SINDACO

“Fabio Giambrone lascia un’azienda, la Gesap, in condizioni impensabili appena quattro anni fa. L’aeroporto di Palermo grazie alla Gesap si è dimostrato parabola della città di Palermo, perchè ha vissuto uno straordinario cambiamento culturale. Non c’è al mondo una città che negli ultimi 40anni è cambiata così tanto come Palermo. Preciso poi che la città non ha dovuto sborsare un solo euro per un’azienda come la Gesap che resta pubblica, ha prodotto utili e ha realizzato delle infrastrutture”. Queste le parole di Leoluca Orlando a margine della conferenza stampa di fine mandato di Giambrone. (fonte Ansa)