scaricata da twitter

Non è mancato nemmeno questa volta l’effetto sorpresa che solo la fiction legata al personaggio del Commissario Montalbano sa provocare. Luca Zingaretti torna a vestire i panni di Salvo Montalbano nel primo dei due episodi andati in onda ieri su Raiuno: “La giostra degli scambi“. Colpo di scena legato alla battuta “Incazzatissimo perché gli chiudono un mese la sala di poker”, col quale l’investigatore siciliano fa esplicito riferimento ad un’altra colonna portante della serie tv: Pasquano, il medico legale scorbutico al quale Montalbano si rivolgeva per consigli e suggerimenti. L’attore che lo interpretava, Marcello Perracchio, è morto l’estate scorsa all’età di 79 anni.

Il ricordo del medico è stato apprezzato dal pubblico e non ha oscurato il rientro in scena del capo della scientifica Jacomuzzi, interpretato dall’attore Giovanni Guardiano, presente ne “Il ladro di merendine“, al quale Montalbano si rivolge in maniera più formale.

Inoltre la trama della fiction diretta da Alberto Sironi ruota attorno ad un intrecciarsi di storie complesse di donne, rapimenti, gelosie e tutto il parterre che ha reso celebre il romanzo di Andrea Camilleri.

Presenza inattesa è stata quella di Francesco Bentivoglio, il quale interpreta il siciliano Giorgio Bonfiglio, le cui storie d’amore sono alquanto tormentante.

Foto scaricata da Twitter