Il Napoli è fuori dall’Europa League. Nel ritorno dei sedicesimi con il Lipsia, gli azzurri sfiorano l’impresa con le reti di Zielinski e Insigne, ma non riescono a completare la rimonta. 

45’+4 s.t. L’arbitro fischia la fine, il Napoli non riesce nell’impresa. 

45’+3 s.t. Ci prova Callejon con il suo classico destro in diagonale, salva la difesa. 

45′ s.t. Ci saranno quattro minuti di recupero, ultimi assalti del Napoli. 

42′ s.t. La formazione di Sarri va a caccia della rete che garantirebbe la qualificazione. 

40′ s.t. Insigne riapre tutto! Il Napoli firma il 2-0 con una grande azione dalla destra: sul cross di Callejon il 24 appoggia in rete. 

39′ s.t. Salva tutto Upamecano! Il centrale francese chiude sul cross di Callejon, rischiando l’autogol. 

38′ s.t. Ultima sostituzione per Sarri, che inserisce Jorginho al posto di Diawara. 

35′ s.t. Lenta circolazione di palla degli azzurri, che non riescono a trovare il varco giusto. 

32′ s.t. I minuti scorrono inesorabili, l’impresa per il Napoli si fa sempre più difficile. 

29′ s.t. Cross dalla destra di Callejon, la difesa anticipa a fatica su Mertens con Upamecano. 

23′ s.t. Seconda sostituzione nelle fila del Napoli: Hysaj prende il posto di Mario Rui. 

21′ s.t. Azione prolungata dei tedeschi, Werner non trova la deviazione vincente sul cross dalla destra di Sabitzer. 

18′ s.t. Calcio d’angolo per il Napoli, ma la palla carambola su Mertens e termina fuori. Primo cambio azzurro: Hamsik fa spazio a Callejon. 

13′ s.t. Gli azzurri cercano la rete del raddoppio, senza riuscire a scalfire la difesa dei padroni di casa. 

9′ s.t. Buon intervento in uscita di Reina, che anticipa Werner sul pallone filtrante messo dentro da Poulsen. 

6′ s.t. Punizione da posizione pericolosa per il Lipsia, dopo un fallo di Mario Rui su Laimer. 

4′ s.t. Grande azione personale di Allan, che poi vanifica tutto con un cross sballato. 

2′ s.t. Lancio di Zielinski per Insigne, ma il fantasista azzurro è fermato in posizione di fuorigioco dal guardalinee. 

1′ s.t. Inizia la ripresa! Sono i tedeschi a gestire il primo pallone. 

20:02 Le squadre tornano in campo per dare il via al secondo tempo. 

45’+1 p.t. L’arbitro Taylor fischia la fine del primo tempo, all’intervallo la formazione di Sarri è in vantaggio grazie al gol di Zielinski. 

45′ p.t. Si avvicina la fine del primo tempo, ci sarà un minuto di recupero. La prima frazione si chiude con il Lipsia in attacco. 

43′ p.t. Il Napoli ci prova, ma manca il guizzo giusto al momento dell’ultimo passaggio. 

37′ p.t. Gli azzurri provano ad approfittare dell’atmosfera positiva creata dal gol del vantaggio, e premono a caccia del raddoppio. 

33′ p.t. Napoli in vantaggio con Zielinski! Il polacco è il più lesto sulla ribattuta dopo una grande azione chiusa da Insigne, e ribadisce in rete da pochi passi. 

31′ p.t. Doppia chance per il vantaggio ospite, le conclusioni di Mertens e Hamsik sono respinte dalla difesa. 

28′ p.t. Insigne centra il palo a tu per tu con il portiere, ma il fantasista azzurro è fermato in posizione di fuorigioco. 

25′ p.t. Grande fase di pressing da parte della squadra tedesca, che non consente al Napoli di respirare una volta riconquistato il pallone. 

23′ p.t. Primo giallo della partita per Tonelli, punizione per il Lipsia. 

18′ p.t. Ancora i padroni di casa in avanti, la difesa napoletana allontana non senza qualche problema. 

15′ p.t. Brivido per la porta di Reina! Su una conclusione dal limite la deviazione di Tonelli rende il pallone imprendibile per il portiere, ma la sfera impatta sulla traversa. 

12′ p.t. Buona azione del Napoli sulla sinistra, Insigne rimette dietro per Hamsik ma il capitano, col sinistro, non riesce a dar forza al pallone. 

10′ p.t. Primo guizzo dei padroni di casa con Bruma che, innescato da Werner, si libera per il tiro ma calcia a lato. 

9′ p.t. Calcio d’angolo per gli azzurri, ma la difesa del RB allontana la minaccia.

6′ p.t. La formazione di casa sembra faticare a uscire dalla propria metà campo in avvio di gara, soffrendo la pressione del Napoli. 

4′ p.t. Mario Rui cerca Mertens alle spalle della difesa tedesca, ma il suo lancio mancino è impreciso e Gulacsi blocca. 

3′ p.t. Napoli subito aggressivo in questi primi minuti di partita, la squadra di Sarri farà il possibile per ribaltare il risultato. 

1′ p.t. Inizia la partita alla Red Bull Arena!

18:57 Squadre in campo al seguito dell’arbitro inglese Taylor. 

18:50 Tutti negli spogliatoi per gli ultimi preparativi prima dell’inizio del match. 

TABELLINO

RB LIPSIA-NAPOLI 0 – 2

RB LIPSIA (4-4-2): Gulacsi; Laimer, Konaté, Upamecano, Bernardo; Sabitzer, Demme, Kampl, Bruma (dal 29′ s.t. Forsberg); Werner, Poulsen (dal 43′ s.t. Ilsanker). All.: Hasenhuttl. 

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Tonelli, Mario Rui (dal 23′ s.t. Hysaj); Allan, Diawara (dal 38′ s.t. Jorginho), Hamsik (dal 19′ s.t. Callejon); Zielinski, Mertens, Insigne. All.: Sarri. 

Arbitro: Taylor (ING). 

Note: ammoniti Tonelli (N), Poulsen (RBL), Zielinski (N), Kampl (RBL). 

Marcatori: 33′ p.t. Zielinski (N), 40′ s.t. Insigne (N). 

18:25 Anche i giocatori di movimento sono adesso sul terreno di gioco per la classica sgambata prepartita. 

18:15 I portieri delle due squadre scendono in campo per cominciare il riscaldamento, a 45′ dal calcio d’inizio.

17:50 Arrivate le formazioni ufficiali del match: Sarri si affida a Zielinski nel tridente con Insigne e Mertens, turno di riposo per Koulibaly e Callejon. 4-4-2 molto offensivo, invece, per Ralph Hasenhuttl. 

RB LIPSIA (4-4-2): Gulacsi; Laimer, Konaté, Upamecano, Bernardo; Sabitzer, Demme, Kampl, Bruma; Werner, Poulsen. All.: Hasenhuttl. 

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Tonelli, Mario Rui; Allan, Diawara, Hamsik; Zielinski, Mertens, Insigne. All.: Sarri. 

17:30 Benvenuti alla diretta testuale di RB Lipsia-Napoli, valevole per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. 

L’unico precedente tra le due squadre è quello della gara d’andata, ma le formazioni tedesche evocano bei ricordi in Europa al Napoli: nel 1989, infatti, il doppio confronto con lo Stoccarda regalò la Coppa UEFA al Napoli di Maradona e Careca, che un anno dopo avrebbe vinto il suo secondo Scudetto.