“Ho visto due squadre in campo, non sono assolutamente soddisfatto del secondo tempo, siamo calati fisicamente”, queste le parole di Eusebio Di Francesco al termine del k.o di ieri sera (2-1 nell’andata degli ottavi di finale di Champions League) contro lo Shakhtar Donetsk.

“Nel finale abbiamo commesso troppi errori per inesperienza ed è assurdo – spiega – perché abbiamo giocatori che di esperienza ne hanno parecchia”. Un calo fisico, innanzitutto, quello analizzato dall’allenatore della Roma: la temperatura rigida ieri sera a Donetsk, di certo, può avere influito ma per una squadra che vuole passare il turno non può essere una attenuante.

 

La difesa di Eusebio Di Francesco

“Non posso pensare alla presunzione, siamo calati negli atteggiamenti, abbiamo perso troppi palloni, siamo stati sporchi nel palleggio”, aggiunge il tecnico Eusebio Di Francesco, deluso dall’atteggiamento dei suoi nella seconda frazione.  Il risultato di 2-1 lascia comunque spazio a possibili risvolti nel match di ritorno all’Olimpico in programma il 13 marzo 2018.