carolina kostner, kostner quinta, olimpiadi kostner, pattinaggio olimpiadi, ritiro kostner

Un quinto posto che non sa affatto di sconfitta per la campionessa azzurra del pattinaggio artistico Carolina Kostner ai Giochi olimpici di Pyeongchang. Il primo posto è andato alla quindicenne Alina Zagitova che ha incantato la Gangneung ice arena con il punteggio di 239.57. Argento alla connazionale russa Evgenia Medvedeva (238.26) e bronzo alla canadese Kaetlyn Osmond (231.02). 

 “Per me questa Olimpiade è metafora di sport e di vita. L’ho vissuta in maniera serena: mi auguro che il mio cammino sia da esempio, fonte di ispirazione e di speranza per tutti quelli che vogliono rialzarsi. Ne vale assolutamente la pena”, ha commentato la Kostner,

Carolina Kostner non ha ancora chiuso

Per Carolina, alla luce del suo 212.44, “la crescita interiore non si ferma al risultato della gara che è una fotografia di quattro minuti”. “Se si chiude un’era? Non credo proprio, c’è il mondiale in Italia adesso. Mi riposo un po’ e poi al lavoro per vivere un’altra bella esperienza a Milano”.

Alla quarta Olimpiade però certe riflessioni le si fanno: “Certe decisioni non si prendono mai a caldo – puntualizza l’azzurra del pattinaggio di figura – Spero di continuare a trasmettere tutta l’esperienza fatta in questi anni e col tempo poi troverò la mia strada”.

I consigli di Isolde a Carolina

“Isolde (Kostner ndr) mi ha sempre detto ‘sentirai quando è il momento di smettere‘ e io non l’ho ancora sentito. La vittoria di una 15enne? Non c’è nulla di nuovo, complimenti a tutto questo gruppo di ragazze, sono orgogliosa di farne parte e condividerne la competitività”.

Foto da Twitter.