“Nessun governo di unità nazionale”. Così dichiara Silvio Berlusconi ai microfoni di Agorà. Il leader di FI ha escluso nel modo più categorico qualunque governo di scopo augurandosi che il centro-destra possa avere una maggioranza solida. “Se così non fosse, andremo a votare il prima possibile”, ma precisa: “Sempre con questa legge elettorale”.

Berlusconi loda il Rosatellum 2.0

Non ci sarebbe, infatti, nessuna possibilità di cambiare la legge elettorale. “È stata il punto di incontro delle varie componenti del parlamento”, ha affermato Berlusconi ad Agorà. Nel caso in cui il 4 marzo non si raggiungesse una maggioranza stabile, si dovrebbe andare a votare con la stessa legge elettorale.

Il leader del centro-destra ha poi precisato che non ci sarebbe alcuna possibilità di accordo con i pentastellati, a cui dedica un’impietosa apostrofe: “La pazza setta di Grillo ha saputo mettere d’accordo solo gli italiani contro tutto e contro tutti”.