A volte non serve metterci la faccia, nel vero senso della parola. Piera Aiello, candidata del M5S nel collegio uninominale di Marsala, ha stravinto senza mai mostrarsi in viso. Una decisione obbligata dal fatto che Piera è una testimone di giustizia, vedova del figlio di un boss e cognata di Rita Tria, morta suicida. 

Per lei il 51% dei voti, distaccando di 20 punti Tiziana Pugliese di Forza Italia e l’uscente Pamela Orrù del centro sinistra ferma al 13,5. La donna ha vissuto per 26 anni nel totale anonimato, lontana da tutti e in una località segreta. Adesso potrà mostrasi in Parlamento, ma con le giuste cautele.

Fonte Ansa