L’autopsia sul corpo di Davide Astori, il difensore e capitano della Fiorentina deceduto ieri mentre si trovava in albergo con la squadra, si svolgerà domani. Intanto, il procuratore capo di Udine ha comunicato l’apertura di un fascicolo per omicidio colposo. “Atto dovuto”, lo definisce il magistrato Antonio De Nicolo.

“Omicidio colposo”: lo choc della squadra e della città

“Ipotesi di omicidio colposo: allo stato attuale a carico di ignoti”. È l’annuncio del procuratore De Nicolo che precisa: “L’esame dell’autopsia verrà affidato al medico legale Carlo Moreschi e all’anatomopatologo Gaetano Thiene”. Le cause della morte nel sonno del capitano viola sono infatti tutt’altro che chiare. L’Italia intera e la sua Firenze ne sono sconvolte: la processione dei tifosi dinanzi allo stadio Artemio Franchi della Fiorentina è incessante. Sciarpe, mazzi di fiori, bandiere, striscioni: innumerevoli gli omaggi al capitano improvvisamente scomparso. I dirigenti della società aspettano, ancora sotto choc, i risultati dell’autopsia.

I funerali del capitano viola si svolgeranno giovedì 9 nella Basilica di Santa Croce, a Firenze, alle 10.