Astori

Sono cause naturali quelle indicate dall’autopsia per la morte di Davide Astori, tragicamente scomparso nella notte tra sabato e domenica nell’hotel di Udine in cui la Fiorentina, di cui era capitano, attendeva di giocare la gara di campionato con l’Udinese. 

Secondo l’esito degli accertamenti, infatti, il decesso del giocatore sarebbe dovuto a una bradiaritmia, un rallentamento del cuore che è andato avanti fino al punto di ritorno, cessando di battere mentre il difensore bergamasco era nel sonno. Lo ha comunicato il procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo ai microfoni de “La vita in diretta”, annunciando che i risultati di ulteriori esami istologici arriveranno in 60 giorni. 

Giovedì 8 marzo si terranno i funerali a Firenze, nella chiesa di Santa Croce, con inizio della cerimonia previsto per le 10:30.