Chiara Nasti, dopo la registrazione di cui è entrata in possesso Striscia la Notizia, torna a parlare del Canna Gate e lo fa sul settimanale “Chi”, in edicola da domani, sostenendo ancora una volta quanto detto dalla Henger.

“Io non ho visto qualcuno portare l’erba, ma sentivo l’odore perché a questo punto è meglio dire la verità. Sentivo l’odore, e su questo non ci piove perché si è capito che hanno fumato, ma non so i particolari. Sapevo perché c’erano altre persone che si lamentavano e, sentendo la puzza, ho fatto uno più uno“.

Parlando sempre di Monte ha aggiunto: “Di lui sì, ormai si è capito che ha fumato anche se penso che ci siano cose più gravi di questa, penso che si sta troppo portando alla lunga. Si è detto che se la vedranno Eva e Monte nelle sedi opportune? A me hanno un po’ rotto…”.

E allora, come mai tutto questo silenzio degli altri naufraghi sull’isola? La Nasti lo spiega così: “Francesco era uno dei personaggi più forti, alcuni evitavano di parlare per paura di essere nominati e essere odiati dal pubblico. Ma Eva ne parlava continuamente, e anche sull’Isola lo faceva di continuo, tanto che a volte non la inquadravano perché diceva solo quello”.