La stagione 2018-2019 sarà rivoluzionaria: si partirà il 19 agosto e vedrà un periodo natalizio particolarmente fitto d’impegni: il 22, il 26 e il 29 dicembre si scenderà regolarmente in campo; sotto l’albero di Natale, dunque, ci saranno solo bottiglie d’acqua e scarpini da indossare per i calciatori, niente panettoni o altre succulenti leccornie.

Poi finalmente ci sarà la meritata sosta invernale: si ritornerà a giocare il 20 gennaio 2019 ma, in questo caotico calendario, a farne le spese sono gli intrighi di mercato; quello estivo si chiuderà il 18 agosto, quindi alla vigilia dell’inizio del campionato. Il mercato di riparazione, invece, chiuderà i battenti il 19 gennaio mentre la fine del campionato è prevista per il 26 maggio 2019.

La Coppa Italia e la Supercoppa italiana

La lunga sosta invernale a cavallo fra il 2108-2019 (dal 29 dicembre al 20 gennaio) permetterà di disputare un turno di Coppa Italia il 13 gennaio: inoltre le big di serie A non usufruiranno più del turno casalingo ma verrà effettuato un sorteggio integrale.

Inoltre anche la Supercoppa italiana  cambierà veste: si giocherà domenica 12 agosto e il presidente del CONI Malagò ha specificato che la città indicata per il match potrebbe essere Roma (ovviamente disputando la finale allo Stadio Olimpico) ma, vista la data estiva, per facilitare il pubblico ad assistere il match durante le vacanze in località balneari, altre città potrebbero essere scelte dalla Federazione. In tal senso il Sud, dalla costa amalfitana, quindi Napoli e lo stadio San Paolo o ancora il litorale pugliese (in riferimento al San Nicola di Bari) e le isole (si pensi al turismo estivo della Sardegna o della Sicilia grazie ai loro limpidi mari) potrebbero fungere da nuovo palcoscenico ospitante per la Supercoppa.