bomba casapound, bomba trento casapound, bomba via marighetto, casapound trento, trento bomba, via marighetto
I danni causati dall'ordigno

L’ordigno rudimentale scoppiato la scorsa notte all’entrata de “Il Baluardo“, la sede di CasaPound a Trento, non causato danni a persone. L’organizzazione di estrema destra precisa che “ignoti hanno firmato questo attacco con la scritta ‘unico voto utile antifascismo sempre’.

Una bomba per CasaPound, indagini 

La deflagrazione è avvenuta verso le 4.30. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Digos che hanno ritrovato i resti dell’ordigno rudimentale fatto scoppiare, pare formato da alcuni grossi petardi assemblati, secondo i primi accertamenti della polizia scientifica.

La deflagrazione ha divelto la serranda inferiore della sede e ha provocato la rottura della porta a vetri di ingresso. Alcuni residenti di via Marighetto, nella sona sud di Trento dove è situata la sede di CasaPound, hanno udito distintamente lo scoppio e sono scesi in strada.

Le indagini avviate dalla Digos si concentrano sugli ambienti antifascisti. La scritta con lo spray sul muro d’ingresso della sede non è stata affiancata da alcun simbolo. Importanti saranno le analisi delle telecamere di videosorveglianza piazzate nella zona di Trento sud dove si trova la sede di CasaPound.