Shiffrin

Le Olimpiadi invernali sono state il suo trampolino di lancio, ma adesso Ragnhild Mowinckel sembra averci preso gusto. A Pyeongchang la norvegese aveva centrato due medaglie d’argento, e, sull’onda lunga del risultato dei Giochi, oggi si è presa la prima vittoria in Coppa del Mondo, nel gigante tedesco di Ofterschwang, battendo la padrona di casa Rebensburg e sua maestà Mikaela Shiffrin con due manche impeccabili.

La consolazione, tutt’altro che magra, per la campionessa statunitense, arriva dalla matematica certezza di aver vinto la seconda Coppa del Mondo assoluta consecutiva, grazie ai punti ottenuti salendo sul podio, che segnano un margine irrecuperabile per Holdener e Vlhova, le prime inseguitrici. 

Giornata deludente per le sciatrici italiane. Marta Bassino, terza dopo la prima metà di gara, ha ceduto due posizioni nella seconda, chiudendo al quinto posto, scalzata, oltre che dall’americana, dalla sorprendente Haaser. Uscite di scena, invece, Federica Brignone e Sofia Goggia, che già al mattino aveva accumulato un ritardo di due secondi e mezzo dalla vetta.