Fabbiano

Una continua crescita, a dimostrazione del fatto che anche alla soglia dei ventotto anni si può ancora migliorare. Il percorso di Thomas Fabbiano gli sta facendo raccogliere i frutti migliori adesso, a un’età in cui di norma per un tennista inizia il declino fisico. Nella sfida di primo turno al Masters 1000 di Indian Wells, il pugliese ha battuto la wild card statunitense Klahn, guadagnandosi un secondo round su un campo prestigioso contro la testa di serie numero 8 Jack Sock. Un risultato importante anche in ottica ranking ATP, per proseguire la scalata verso le prime settanta posizioni. 

Buone notizie anche per Matteo Berrettini che, dopo il ritiro di Nick Kyrgios, godrà di un posto in tabellone da lucky loser. Stasera alle 20 italiane è previsto il debutto, nel match di secondo turno contro il russo Daniil Medvedev, una partita sicuramente difficile, ma che è già un bel traguardo per il ventunenne romano. 

Nel torneo femminile, invece, sono già andate in scena le prime sfide di secondo turno, con le principali teste di serie in campo. Vittorie convincenti per Simona Halep e Karolina Pliskova, mentre Jelena Ostapenko, vincitrice dell’ultimo Roland Garros, ha piegato a fatica Belinda Bencic, tra le mine vaganti del torneo. Eliminata, a sorpresa, Johanna Konta, numero 11 del seeding, che si è arresa in due set tirati alla Vondrousova.