dazi ue, Dazi usa, macron dazi usa, reazione dazi usa, scholz dazi usa

Togliete le vostre barriere e noi toglieremo le nostre. È questo in estrema sintesi il messaggio lanciato da Donald Trump alle autorità europee dopo l’annuncio dell’introduzione dei dazi su acciaio e alluminio: “L’Ue, Paesi meravigliosi che trattano gli Usa molto male sul commercio, si stanno lamentando delle tariffe su acciaio e alluminio. Se lasciano cadere le loro orribili barriere su prodotti Usa in entrata, anche noi lasceremo cadere le nostre“, ha detto il presidente statunitense nel giorno dei negoziati a Bruxelles tra Ue, Usa e Giappone.

Trump minaccia l’Ue con i dazi

Poco prima del tweet al vetriolo di Trump, la commissaria Ue per il Commercio, Cecilia Malmstroem, aveva chiesto al presidente statunitense di rimuovere le barriere. Ma la posizione di Washington è chiara, proprio come ribadito telefonicamente al presidente francese Emmanuel Macron: “La mossa è necessaria e appropriata per proteggere la sicurezza nazionale”.

Ma i due – riporta la Casa Bianca – hanno anche discusso di “vie alternative per affrontare le preoccupazioni degli Stati Uniti”. Macron – ha reso noto l’Eliseo – non aveva mancato di esprimere a Trump le sue “vive preoccupazioni” per i dazi, evocando il rischio di una “guerra commerciale, da cui tutti i Paesi coinvolti uscirebbero perdenti”.

E la Cina replica a Trump

“Una guerra commerciale porterebbe solo disastri per tutti: Pechino non la vuole“, ha invece detto il ministro del Commercio cinese Zhong Shan. “Detto questo, siamo in grado di affrontare ogni sfida. Difenderemo con forza gli interessi del Paese e della sua gente”, ha aggiunto Zhong.