strage di tartarughe a carini

Vandalizzata la villa comunale “Principessa Mafalda di Savoia” di Capaci. A farne le spese principalmente le tartarughe palustri americane della fontana della villa, molte delle quali trovate con il guscio fracassato. Sono stati i volontari di Enpa Carini e Legambiente a ritrovare i resti dei rettili. Quattro tartarughe sono morte, secondo i volontari, a causa dei colpi violenti sul guscio, altre invece perché gettate fuori dall’acqua.

Stando a quanto dichiarato dalle associazioni, ad uccidere le tartarughe sono stati gli stessi vandali che, introdottisi attraverso un varco creato nel cancello di ingresso, hanno distrutto l’area giochi per poi lanciare oggetti e frammenti nella fontana. Effettuato un soprallugo insieme al sindaco Sebastiano Napoli, l’Enpa ha preso in custodia le tartarughe, sette in tutto, sopravvissute alla strage. Gli esemplari rimarranno con i volontari fino a quando la villa comunale non verrà messa in sicurezza per poterli nuovamente ospitare.

Credit foto: Enpa Carini