La Commissione Ambiente e Salute dell’Europarlamento ha dato il via libera per il trasferimento dell’Ema (Agenzia europea del farmaco) da Londra ad Amsterdam. La condizione è che l’Olanda garantisca la piena e continua attività dell’Ema e fornisca un dossier trimestrale sugli avanzamenti della ricerca. Il voto finale dell’aula è previsto per giovedì.

Il trasferimento Ema ad Amsterdam

Il trasloco, causato dalla Brexit, è stato concesso con 50 voti a favore ma ad alcune condizioni, oltre al dossier. La sede Ema dovrà trasferirsi nella sede temporanea dello Spark Building di Amsterdam entro il 1° gennaio 2019, e in quella definitiva del Vivaldi Building nella zona del Zuidas entro il 16 novembre dello stesso anno. Intanto sono stati stanziati 255 milioni di euro per la costruzione della nuova sede.

La mancanza di una sede adatta ad ospitare l’Ema aveva riacceso le speranze di Milano, che, dopo essersi proposta, aveva ottenuto lo stesso numero di voti di Amsterdam. La città olandese ha avuto la meglio nel sorteggio decisivo. La plenaria dell’Europarlamento dovrà ora esprimersi con un voto finale, previsto per giovedì 15 marzo.