I Carabinieri della Compagnia di Brindisi hanno arrestato 11 persone (9 associati in carcere e 2 all’obbligo di dimora), responsabili a vario titolo dei reati sopra indicati.

A Brindiseiscontri armati anche con kalashnikov

I  fatti sono riconducibili agli scontri dell’autunno scorso avvenuti a Brindisi, quando due fazioni si sono fronteggiate con una serie di attentati e ferimenti con armi da fuoco, tra cui kalashnikov.

Su molti episodi riguardanti gli scontri, erano già stati emessi due provvedimenti dell’A.G. a carico di 9 persone. Le contestazioni del provvedimento odierno riguardano invece avvenimenti non contenuti nei primi due, per fatti commessi in Brindisi nel novembre 2017, comunque inquadrabili nella stessa dinamica.