Circa 40 grammi di cocaina e 10 di hashish: è questo il bilancio della nuova operazione anti-droga dei carabinieri di Savona. Sarebbero due, invece, gli arresti: il 49enne Indrit Kadrimi e la moglie Barbara Longo, di 45 anni. Si tratta dei gestori del centralissimo bar ‘L’assassino’ di via Boito.

Le perquisizioni al pub ‘L’assassino’: dosi di coca, bilancini e prodotti da taglio

Un ordinario controllo della coppia, nei pressi di via Gramsci, avrebbe indotto i carabinieri del capoluogo ligure alle successive perquisizioni. Nei locali del pub, infatti, la cocaina era già divisa in dosi e pronta alla vendita. Bilancini e prodotti da taglio facevano da quadro al “laboratorio” Gomorra-style dei due coniugi. Il NAS ha, peraltro, contestato le allarmante condizioni igienico-sanitarie in cui versava il pub di via Boito.

Proseguono, dunque, le indagini degli agenti dell’Arma dei carabinieri che intendono risalire, quanto prima, al pusher che riforniva “la roba” alla coppia. Kadrimi si trova in carcere, mentre la moglie é attualmente ai domiciliari.