Davis NBA

Un uomo in missione. Dopo l’infortunio dell’amico e compagno di reparto sotto canestro DeMarcus Cousins, Anthony Davis si è caricato sulle sue larghe spalle i New Orleans Pelicans, portando la franchigia della Louisiana in zona playoff con una serie di prestazioni monstre. Non ha fatto eccezione la gara di ieri sera contro i Boston Celtics, nella quale la prima scelta del draft 2012 ha messo a referto 34 punti e 11 rimbalzi contro dei biancoverdi incerottati e lontani dalle giornate migliori. 

Nel matinée in orario europeo, invece, gli Oklahoma City Thunder si sono presi lo scalpo dei Toronto Raptors, con la solita tripla doppia di Russell Westbrook, la ventitreesima stagionale. Tanto nervosismo nel finale per i canadesi, che perdono la testa dopo un mancato fischio su DeRozan e chiudono con l’espulsione dello stesso DeRozan, di Serge Ibaka e di coach Casey, accusato di aver protestato quando in realtà le parole provenivano dalla bocca di uno dei tifosi in prima fila. Nelle altre due gare della notte, vittorie per Houston e Portland, rispettivamente contro Minnesota e i Clippers. 

I risultati della notte

Toronto Raptors-Oklahoma City Thunder 125-132

New Orleans Pelicans-Boston Celtics 108-89

Minnesota Timberwolves-Houston Rockets 120-129

Los Angeles Clippers-Portland Trail Blazers 109-122