“Un minuto di silenzio per Astolfi”, così lo speaker del Renato Curi, a Perugia, poco prima del fischio di inizio del match Perugia-Brescia. Lo scorso 6 marzo, poco prima che si disputasse la partita, tutto lo stadio perugino si raccoglieva in un minuto di silenzio per celebrare il capitano viola, Davide Astori, scomparso prematuratamente appena due giorni prima. In quell’occasione, lo speaker ha sbagliato a pronunciare il nome del difensore bergamasco della Fiorentina, apostrofandolo ‘Astolfi’ per ben due volte.

‘Astolfi’ costa caro a Bircolotti: lincenziato da Santopadre

Si chiama Francesco Bircolotti e ha ricoperto il ruolo di speaker, per il Renato Curi, per quattro anni. Una lunga carriera che non sarà sembrata sufficiente, ai dirigenti del Perugia, per passare sopra al grave lapsus. L’imbarazzante errore, infatti, è costato molto caro a Bircolotti che è stato licenziato dal presidente umbro, Massimiliano Santopadre. Il presidente del Perugia, infatti, teneva particolarmente a questo momento di raccoglimento tanto da fare scendere in campo i suoi giocatori con la scritta ‘Ciao Davide’ sulle maglie. Le sue orecchie non ha retto davanti al nome di ‘Astolfi’.