ius soli, Ius Soli a rischio, Ius Soli calendario, quando approvano Ius Soli, discussione Ius Soli, Ius Soli Senato

La seduta per eleggere il presidente del Senato è presieduta dal senatore a vita più anziano d’età che, prima di dare il via alle votazioni, tiene un breve discorso.

Il Presidente del Senato votato a scrutinio segreto

A Palazzo Madama la votazione avviene a scrutinio segreto, ma il meccanismo assicura comunque l’elezione del presidente entro la quarta votazione. Al primo scrutinio è eletto chi raggiunge la maggioranza assoluta dei voti dei componenti del Senato, che è pari a 161 voti. Qualora non si raggiunga questa maggioranza neanche con un secondo scrutinio, si procede, nel giorno successivo, ad una terza votazione nella quale basta la maggioranza assoluta dei voti dei presenti, computando tra i voti anche le schede bianche. Se nella terza votazione nessuno ha riportato detta maggioranza, il Senato procede nello stesso giorno ad un ballottaggio fra i due candidati che hanno ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti e viene proclamato eletto quello che consegue la maggioranza, anche se relativa. A parità di voti, è eletto il più anziano di età. A Palazzo Madama lo spoglio delle schede votate è pubblico e avviene in Aula.