L’ondata di gelo e neve, che ha investito l’East Coast, ha portato alla cancellazione di circa 3800 voli, bloccando a New York anche duecento studenti siciliani, che sarebbero dovuti ripartire ieri. Nelle ultime ore il consolato italiano di New York sta lavorando senza sosta per trovare una sistemazione di emergenza ai connazionali coinvolti, contattando alberghi e compagnie aeree.

Gli studenti di scuole medie, superiori e università provengono da tutta la Sicilia e sono arrivati a Manhattan lo scorso 16 marzo per partecipare al programma di studio “Change The World”.

Duecento studenti siciliani bloccati a New York da una bufera di neve

I ragazzi siciliani hanno partecipato ad un progetto delle Nazioni Unite. “Change The World” ha interessato giovani di 110 paesi diversi che, in visita al Palazzo di Vetro, hanno trascorso tre giorni con i massimi esponenti dell’Associazione diplomatici. Ad accoglierli alla cerimonia inaugurale, anche l’ex presidente Bill Clinton. Attualmente i ragazzi, molti dei quali accompagnati dai genitori, sono costretti a prolungare le spese della vacanza, in attesa di risposte positive dalle compagnie aeree per il rientro in Italia.