chiude-il-ristorante-le-beccherie-di-treviso-hanno-inventato-il-tiramisu

Treviso si aggiudica la paternità del tiramisù. In occasione del Tiramisù Day, Treviso e Tolmezzo, che da anni si contendono la paternità del dolce, si sono sfidate a Fico Eataly World di Bologna alla presenza di una ricca giuria. I sindaci delle due città affermano di essere pronti a darsi la rivincita ogni anno.

Vince la sfida con Tolmezzo, va a Treviso la paternità del tiramisù

Che il tiramisù sia il dolce più amato dagli italiani, lo ha affermato la ricerca condotta da Just Eat nel 2017, ma a chi appartenga la paternità è una questione contesa da tempo tra Treviso e Tolmezzo. Nel giorno del Tiramisù Day, celebrato il 21 marzo, Fico Eataly World di Bologna ha dato luogo alla sfida tra gli chef delle due città e a vincere è stata Treviso.

L’idea della gara è di Oscar Farinetti e dei giornalisti piemontesi Clara e Gigi Padovani, che al dolce hanno dedicato il libro “Tiramisù” edito da Giunti. La giuria, composta tra gli altri dai pasticceri Gino Fabbri e Santi Palazzolo, dall’amministratore delegato di Fico Tiziana Primori, giornalisti e una giuria popolare di 50 persone, ha decretato che la maggiore armonia tra i pochi e semplici ingredienti è stata raggiunta dagli chef di Treviso.

Per realizzare la sfida del tiramisù sono stati utilizzate oltre 400 uova, 100 kg di mascarpone, 50 kg di zucchero e 12 litri di caffè. Il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, e di Tolmezzo, Francesco Brollo, non si arrendono e sono pronti a darsi ogni anno la rivincita sulla paternità del tiramisù.