candidato camera M5S, Casellati presidente senato, elezione presidenza camere, fraccaro m5s, fraccaro presidente camera, Maria Elisabetta Casellati, presidenza camere

Sembrava dovesse essere Riccardo Fraccaro il nome nuovo del M5S per la Presidenza della Camera dei Deputati e invece, con un colpo di coda improvviso, il M5S vira su Roberto Fico che viene eletto al quarto scrutinio con 422 voti sfondando il quorum dei 311 voti. Queste in successione le preferenze: Giachetti 102, Fraccaro 7, Brunetta 3. I viti dispersi sono stati 5, 60 le schede bianche, 21 le nulle. Esultanza composta in Aula condita da abbracci e baci per Di Maio. Scene di Giubilo anche al Senato tra i banchi del M5S.

“Habemus Fico!”, ha scritto su twitter il garante M5s, Beppe Grillo. “Abbiamo proposto Riccardo Fraccaro. Loro hanno posto un veto su Fraccaro e lui ha deciso di fare un passo indietro per il bene del movimento. Con lui abbiamo tutti un debito”, aveva detto il leader grillino. 

E in serata arrivano anche i saluti e gli auguri dell’ormai ex premier Paolo Gentiloni: “Eletti i presidente delle Camere (auguri!) il governo ha dato le dimissioni e si occupa solo di ‘affari correnti’. Voglio ringraziare ministre e ministri, tutto il governo. Sono orgoglioso di questa squadra e onorato di aver servito l’Italia insieme”. 

Fico alla Camera e Casellati al Senato

A stretto giro di posta arriva anche l’elezione di Maria Elisabetta Alberti Casellati a presidente del Senato con 240 voti. A seguire Valeria Fedeli, candidata dal Partito Democratico, con 54 preferenze, quindi Roberto Calderoli (3), Roberta Pinotti (2), Liliana Segre (2), Maurizio Gasparri (1), Paolo Romani (1) e Luigi Zanda (1). I votanti sono stati 319, le schede bianche 14 e le nulle una. L’applauso, partito dai banchi di Forza Italia, si è poi propagato a tutto l’emiciclo con i senatori in piedi. La Casellati è la prima donna eletta alla presidenza del Senato. 

Intanto in casa centrodestra si respira aria pesante. Dopo il caos Bernini, prima tirata in ballo e poi esclusa dai giochi da una dichiarazione al vetriolo di Silvio Berlusconi (“La candidatura di Forza Italia rimane quella di Paolo Romani scelta concordemente tra i tre leader del centro-destra”, ndr), si è ripiegato sulla senatrice di Forza Italia. La Lega ha poi precisato che il nome della Casellati è stato fatto da Berlusconi, quasi a voler nuovamente riconoscere l’alleato. 

I neopresidenti al Quirinale

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto nel pomeriggio al Quirinale la nuova Presidente del Senato della Repubblica Maria Elisabetta Alberti Casellati. Il Capo dello Stato ha poi ricevuto anche il nuovo Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico. Lo rende noto un comunicato del Quirinale.

“Tanti auguri a voi, tanti auguri al Paese”, ha detto Fico recandosi al Colle a piedi. “Sto andando al Quirinale, non è una conferenza stampa”, ha però precisato a chi gli domandava novità sul Governo. Mattarella darà il via nei prossimi giorni alle consultazioni. Improbabile che si inizi prima di Pasqua. 

Il discorso alla Camera del presidente Fico

Sono emozionato nel rivolgermi a tutti voi e a tutti i cittadini, grazie per la fiducia per l’incarico di alta responsabilità: è un onore che omaggerò con imparzialità”. Il neo presidente della Camera, Roberto Fico, ha iniziato così il suo discorso da presidente. Fico ha quindi ricordato che “il futuro qui può prendere forma, e noi intendiamo costruirlo insieme perché abbiamo il compito di servire l’intera nazione. Il parlamento torni a ritrovare la sua centralità”.

“Le decisioni finali devono maturare solo e soltanto nelle commissioni e nell’Aula, non consentirò scorciatoie né forzature nel dibattito parlamentare – continua Fico – Il taglio ai costi della politica è uno dei principali obiettivi della legislatura: razionalizzare costi della Camera senza tagliare i costi della democrazia, qualcosa è stato fatto, tantissimo resta da fare”. 

Il discorso al Senato della presidente Casellati

“La scelta che avete compiuto eleggendo per la prima volta una donna alla presidenza di questa assemblea rappresenta un onore, una responsabilità da condividere con le donne che con impegno e coraggio hanno costruito l’Italia di oggi, un grande Paese democratico”, ha detto Elisabetta Alberti Casellati nel suo primo intervento da presidente del Senato.

“Le forze politiche pur nella diversa dialettica esprimono tutte l’intera collettività e la consapevolezza condivisa della comune legittimazione è la condizione essenziale per un buon governo – continua la Casellati – Il Senato che sono chiamata a presiedere e le istituzioni che definiscono la nostra forma costituzionale riflettono, in questa legislatura che ieri ha mosso i primi passi, i cambiamenti profondi di un quadro politico per molti versi inedito, frutto di una precisa volontà del popolo cui spetta, nelle forme e nei limiti costituzionali, la sovranità”.

La presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati quindi continua: “Servono unità di intenti, pur nella diversità di opinioni e indirizzi, consapevolezza delle difficoltà non disgiunta da ragionevole ottimismo, rispetto reciproco delle forze politiche nel solco delle regole comuni”. 

Salvini e Berlusconi nuovamente “vicini

Pronti a far tornare a volare l’Italia!“, ha scritto su Twitter Matteo Salvini. “Veloci, concreti e coerenti. Prossimo obiettivo, far nascere un governo che abbia un programma chiaro e rispettoso del voto: prima gli italiani! .rivoluzionedelbuonsenso”, ha poi aggiunto.

Il leader della Lega ha poi incontrato Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli. Il leader di Forza Italia si fida di Matteo Salvini: “Sui presidenti delle Camere abbiamo trovato una soluzione molto positiva per il mantenimento dell’alleanza con un accordo importante per tutta l’Italia. C’è anche un ottimo rapporto personale fra noi, quindi credo di poter guardare avanti con serenità e fiducia”.