Hamilton, Raikkonen, vettel

La stagione di Formula 1 comincia, come da pronostico, con Lewis Hamilton a dettare il passo. Dopo l’assolo nelle prove libere di ieri, il britannico ha portato a casa la pole position del GP d’Australia, che apre, com’è tradizione, l’annata 2018. 1’21”164 il tempo fatto registrare dalla Mercedes del campione del mondo in carica, inferiore di oltre sei decimi a quelli delle Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, rispettivamente secondo e terzo nelle qualifiche. 

Quarto posto per Max Verstappen, possibile variabile impazzita del Gran Premio, soprattutto in partenza. L’olandese, al pari del compagno di squadra Ricciardo, ha effettuato le prove con le gomme supersoft, e partirà con un assetto diverso rispetto a Mercedes e Ferrari. Delude, invece, l’altra freccia d’argento Bottas, che non è riuscito ad andare oltre il decimo posto a causa di un incidente in Q3 che non gli ha consentito di registrare il proprio giro veloce. 

Le reazioni dei protagonisti

Tutto sommato soddisfatti i due ferraristi, che in coro si mostrano fiduciosi in vista della gara di domani: “Lewis ha registrato un giro fantastico, ma sul passo gara siamo molto competitivi e domani ci giocheremo le nostre carte. Forse potevamo fare qualcosa in più, ma ci terremo quello che serve per domenica”. Non nasconde la sua felicità Hamilton: “Ho dato tutto in quel giro, è dura fare meglio di così. Non è stata una pole semplice, sono contento di aver tolto il sorriso a Kimi e Seb”.