accordo m5s pd, alleanza m5s pd, di maio, di maio pd, di maio vinitaly, m5s pd, Salvini contro Di Maio

Alleanza sì, alleanza no. Il rebus della Lega, e più in generale di tutto il centrodestra, sulla possibilità di allearsi con i grillini continua a tormentare Silvio Berlusconi: “Sarebbe un ircocervo, l’animale mitologico spesso citato dai filosofi antichi come esempio di assurdità perché in esso convivono caratteri opposti e inconciliabili. E poi perché Salvini dovrebbe fare il socio di minoranza di un governo Cinquestelle? Non credo che l’elettorato di centrodestra lo perdonerebbe“. 

Anche perché, secondo Berlusconi, dalle elezioni è uscito un solo vincitore: “È stato un successo, per il Paese, per il centrodestra, per Forza Italia. Per il Paese perché, dopo elezioni laceranti che hanno creato uno scenario parlamentare e politico molto complesso e confuso, si è riusciti a mettere in sicurezza le massime cariche istituzionali. Per il centrodestra perché ha dimostrato di saper ragionare da coalizione”.

Insomma, Matteo Salvini “ha il diritto e il dovere di provare a formare un nuovo governo”. “Non ho mai avuto motivo per non fidarmi (di Salvini, ndr) – continua Salvini -. Mi ha sempre detto lealmente quello che intendeva fare. Quando non l’ho condiviso ne abbiamo discusso e abbiamo trovato insieme la soluzione migliore“. Il partito unico? Non è nei nostri progetti e neppure che io sappia in quelli di Salvini, Matteo è un leader pragmatico e intelligente: sa benissimo che il centrodestra non vince senza una forte componente moderata”, conclude.

Salvini apre al Governo con i grillini

Dal canto suo il leader della Lega ci tiene a sottolineare che “il problema non è la persona”, ma “il programma”. “E chiunque ci sostenga e ci aiuti a realizzare questo programma farà parte della maggioranza. Io sono pronto, non escludo nulla, neanche in caso di altre eventualità. Non abbiamo mai parlato di governo con i 5 stelle. Il che non esclude che un domani, se si facesse un accordo, si possa lavorare insieme”.

“L’eventuale alleanza sarà su un programma di centrodestra, dove ci sono le idee della Lega. Lo offriremo ai 5 stelle e a tutti gli altri e perché no, anche al Pd, anche se penso sia difficile si possa governare con chi ha governato negli ultimi 5 anni”, puntualizza Salvini.

Il leader del Carroccio poi manda una “caramella” al suo alleato: “Forza Italia è Berlusconi e Berlusconi, nell’elezione dei presidenti di Camera e Senato, ha dimostrato di avere perfettamente idea di cosa vada fatto e di avere il controllo del suo movimento. Penso che continuerà a essere il leader di Forza Italia ancora a lungo”.