green zone_rome

L’ipotetico allarme terroristico che in questi giorni ha preoccupato Roma è rientrato. Ma a partire dal giovedì santo del 29 marzo verranno adottate le necessarie disposizioni di sicurezza in occasione delle celebrazioni pasquali. Tutto il centro storico, compresi Vaticano e Colosseo, sarà blindato in una “green zone” fino al 2 aprile, con ogni sorta di divieto. Saranno vietati cortei e manifestazioni, trasporto di armi, uso di esplosivi e la circolazione di mezzi pesanti.

Roma, predisposte le misure di sicurezza

La decisione è giunta al termine di una riunione operativa svoltasi stamani e presieduta dal Questore di Roma, Guido Marino, nel corso della quale sono stati pianificati i servizi di vigilanza, ordine e sicurezza legati agli eventi religiosi in programma per Pasqua.

Inoltre, il Questore ha riunito tutti i dirigenti affinché organizzino briefing con il personale dipendente impiegato nei servizi di vigilanza e ordine pubblico, al fine di garantire la massima sicurezza. Anche la Digos ha aperto un focus informativo dedicato, in collaborazione con il dipartimento della Pubblica sicurezza e i servizi di sicurezza. Sotto stretta osservazione anche le occupazioni abusive, per cui sono in atto controlli presso gli stabili occupati nella Capitale per verificare le presenze.

Il capo della polizia Franco Gabrielli, durante l’udienza dei dirigenti e del personale dell’ispettorato di pubblica sicurezza con Papa Francesco in Vaticano, ha invitato a non sottovalutare la minaccia terrorismo: “Questi tempi trascorsi non ci convincono dell’ineluttibilità degli eventi, del fatto che la minaccia sia passata. No, la minaccia è incombente. Ma gli uomini e le donne della polizia sapranno fare argine a tutto quanto di male è intorno a noi”.