vaccinazione

Senza il vaccino non si può accedere alla scuola dell’infanzia. Una bambina non vaccinata è stata estromessa dalla scuola a Orosei (Nuoro), nonostante i genitori abbiano presentato una certificazione di differimento della profilassi rilasciata dal pediatra, al fine di effettuare controlli su possibili intolleranze della piccola al vaccino non obbligatorio.

A deciderlo è stato il Tar della Sardegna che di fatto ha respinto la richiesta di sospensiva del provvedimento adottato dall’istituto e dall’ufficio scolastico provinciale di Nuoro. Una battaglia legale si preannuncia infuocata, in attesa del ricorso presentato dai genitori attraverso i legali Michele Ponsano e Claudia Pau. La sospensiva era già stata bocciata anche con decreto monocratico.

Tar: “La documentazione presentata dai ricorrenti non soddisfa i requisiti di legge”

“La documentazione presentata dai ricorrenti non sembra soddisfare i requisiti di legge né emerge dagli atti, così come non è emerso in sede di audizione delle parti, quando questi requisiti potranno essere soddisfatti”, afferma il Tar. Infatti, scrivono i giudici, “l’amministrazione ha, già in data 11 gennaio 2018 con nota prot. 60, chiesto ‘il calendario delle visite per accertamenti per eventuale intolleranza ai vaccini obbligatori della bambina. A distanza di più di un mese non è dato conoscere questo calendario né le azioni intraprese per i necessari accertamenti'”.

Stretto riserbo mantenuto dai legali dei genitori, in attesa di poter discutere la questione nel merito durante l’udienza davanti al collegio giudicante, che non è ancora stata fissata.